News

Separarsi con amore si può, arriva la lonely planet dei divorzi

In barba al latino facile dictu difficile factu, ecco una guida concreta per affrontare le separazioni disinnescando i conflitti. Un libro, alla sua seconda edizione (Aracne Editrice, pagine 119, costo euro 13,50; ebook su www.studiodonne.it), che spiega come sia possibile allontanarsi dal partner, in sette passi, senza contrasti e ostilità.

https://www.siciliaedonna.it/notizie-e-attualita/separarsi-con-amore-si-puo-arriva-la-lonely-planet-dei-divorzi/

 

Nasce la prima chat anonima per uomini violenti, l’iniziativa dell’associazione Studiodonne

Una chat per uomini contro la violenza di genere. E’ l’iniziativa, completamente gratuita, avviata dall’associazione Studiodonne Onlus fondata dall’avvocato Maria Luisa Missiaggia, che precisa come per sconfiggere il fenomeno sia fondamentale lavorare sul recupero degli autori di violenza.

 

https://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/violenza_di_genere_chat_uomini_violenti-4061395.html

Femminicidio, terapia sugli uomini per prevenire le aggressioni

La violenza sulle donne vista come una «dipendenza» da cui guarire. Il femminicidio combattuto non più, non solo, proteggendo le vittime, bensì disinnescando gli aggressori. Il cambio di prospettiva, primo caso a Roma, viene proposto dalla Studiodonne onlus, che sul modello degli alcolisti anonimi mette a disposizione degli «uomini maltrattanti» un percorso in 12 passi per guarire da questa loro debolezza: «L’uomo che picchia o uccide non è un uomo forte — dice la fondatrice Maria Luisa Missiaggia, una lunga esperienza da avvocato matrimonialista — ma un soggetto debole e non autonomo, che di fronte alla realtà di una donna che non lo accetta non è in grado di controllare le sue reazioni violente e in questo senso dipendente da esse».

 

https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/18_novembre_20/femminicidio-terapia-uomini-prevenire-aggressioni-816ae622-ec2f-11e8-8c58-7b683e5c5fc2.shtml?refresh_ce-cp

Divorzio e dipendenza affettiva: ecco i segnali da non sottovalutare

Ogni giorno assisto persone, le seguo, vorrei insegnare loro anche un modo di amare sano e di lasciarsi con amore, come spiego nel mio libro. Come avvocata della famiglia, dopo trent’anni ne ho viste di coppie “uccidersi” per amore e ne ho visti di genitori configgere ed usare figli.

In amore, insomma, siamo tutti un po’ dipendenti, diciamoci la verità: spesso dalle attenzioni dell’altra persona, dalle piccole cose, dalle “abitudini felici”, nel vedere il partner nella propria vita come arricchimento e punto di forza, in uno scambio di piacere, di arricchimento, di crescita, che viaggia in tutte e due le direzioni.

 

https://www.huffingtonpost.it/maria-luisa-missiaggia/divorzio-e-dipendenza-affettiva-ecco-i-segnali-da-non-sottovalutare_a_23589011/

app

App anti abusi, molestie e stalking: la tecnologia a favore delle donne

App contro la violenza di genere

App che possono salvare: la tecnologia può fare molto per la violenza di genere, può rispondere prontamente alle richieste di aiuto e/o indirizzare le donne che necessitano di aiuto.

Sono diverse le applicazioni che, grazie alla geolocalizzazione e la rete, riescono ad essere un valido supporto per donne in pericolo. Sono attive h24 e totalmente gratuite, mettono in contatto le donne con i numeri d’emergenza e con i centri antiviolenza più vicini.

where are uWhere are U

App ufficiale del 112, numero europeo dell’emergenza, connette automaticamente la donna in difficoltà alla centrale 112 più vicina. App adatta sia per android che iOS. Se non si può parlare c’è l’opzione chiamata silenziosa in cui si può indicare il tipo di intervento richiesto.

Quando viene effettuata la chiamata viene inviata automaticamente la posizione.

 

D.i.re

App gratuita e creata dalla rete D.i.re capace di mettere in contatto subito la donna con il centro antiviolenza più vicino. Anche questa app è compatibile per Android e iOS.

Le utenti possono registrarsi anche con profilo anonimo e nella app troveranno anche molte informazioni e la possibilità di creare un’agenda per annotare tutti i vari casi di violenza e maltrattamento subiti utili alla ricostruzione.

Shaw

Shaw è l’acronimo di Soroptimist Help Application Women, una rete internazionale di donne attive in campo di diritti umani diffusa oggi in 130 paesi  per un totale di 176.000 socie. L’app è molto intuitiva e tradotta in 12 lingue.

App disponibile per Android i iOS, dedicata e rivolta alle donne che vogliono denunciare, possono mettersi in contatto con il 112, che con il 1522 numero messo a disposizione dal Dipartimento Pari Opportunità ed attivo dal 2006.

L’app segnala inoltre i centri antiviolenza più vicini e ha diverse sezioni tra cui legge in grado di dare le informazioni basilari di carattere giuridico.

 

Stalking buster 

App prodotta da Fondazione Donna a Milano e Avenade Italy disponibile per Android, iOS e Windows phone. Permette di avere una mappa dettagliata del luogo in cui ci si trova, di chiamare il numero 112, un altro numero precedentemente impostato o lanciare un sms di emergenza con le proprie coordinate inserite.